Sentenza I CCA 23.2.2004 11.2001.72

Pubblicazione: 
BOA N. 28, dicembre 2004

Misure provvisionali in causa di divorzio - modifica : effetti nel tempo - Fine del processo senza sentenza - dichiarazione di ritiro - art. 351, 352 CPC, 137 cpv. 2 CC

Una dichiarazione di ritiro deve essere indirizzata al giudice ed essere esplicita. Non costituisce dichiarazione di ritiro la presentazione di una domanda cautelare che si sovrappone a una procedura cautelare già pendente. Se la seconda domanda è infondata, il Pretore non può dichiararla senza oggetto, ma deve entrare nel merito e respingerla (consid. 5 e 6).
La modifica di una misura provvisionale ha di regola effetto solo per il futuro, anche se per ragioni di equità il giudice può far decorrere la modifica già dalla presentazione della domanda o da qualsiasi momento intermedio tra la presentazione dell'istanza e l'emanazione del decreto. Una retroattività più ampia è possibile solo in casi eccezionali. I contributi possono essere chiesti per l'anno precedente solo nell'ipotesi in cui il contributo di mantenimento sia fissato per la prima volta, non nei casi di modifica.