35c Art. 176 cpv. 1 n. 1 CC

Pubblicazione: 
Estratto da Rivista ticinese di diritto I-2006, III. Diritto di famiglia

Misure a protezione dell’unione coniugale – debitore alimentare: azionista unico

Il reddito del debitore alimentare ove sussista unità economica fra lui e la società di cui egli è azionista unico o maggioritario va calcolato equiparando quest’ultimo a un lavoratore indipendente.
I CCA 4.7.2005 N. 11.2004.19

5.  L’appellante fa valere che per determinare il reddito del marito, amministratore e azionista unico della X. SA, occorre riferirsi ai criteri applicabili ai lavoratori indipendenti. E sulla base di quanto il coniuge ha percepito negli ultimi cinque anni, essa calcola il reddito medio di lui in fr. 8200.– mensili, cui aggiunge fr. 5000.– per spese personali e prelevamenti privati messi a carico della società, onde un totale di fr. 13 000.– mensili. Quanto alla riduzione di stipendio fatta valere per il 2003, l’appellante afferma trattarsi di una manovra orchestrata a meri fini di causa.

a)  Dagli atti risulta che l’istante è – in effetti – dipendente della X. SA, dalla quale riceve uno stipendio fisso e di cui è azionista unico, oltre che amministratore. Ora, il Tribunale federale ha già avuto modo di precisare che in caso di unità economica fra società e azionista unico (o maggioritario) può essere giustificato equiparare l’azionista a un lavoratore indipendente, tenendo calcolo del reddito conseguito prima e dopo l’avvio della causa (sentenza 5P.127/2003 del 4 luglio 2003, consid. 2.2 con riferimenti). Si giustifica di computare all’interessato il guadagno cui egli ha rinunciato, in particolare, qualora in vista di una procedura di divorzio il reddito di lui diminuisca improvvisamente e sensibilmente senza particolari spiegazioni (Bräm in: Zürcher Kommentar, n. 78 ad art. 163 CC; sentenza del Tribunale federale 5P.235/2001 del 20 novembre 2001, consid. 4c).

CC 1907      RS 210
Codice civile svizzero, del 10 dicembre 1907