Sentenza I CCA 14.3.2000 nella causa DL V. c. Z., 11.99.135 (RDAT II-2000 n. 1 pag. 1)

Pubblicazione: BOA N. 21, maggio 2001


Interdizione per infermità di mente di persona anziana incapace di discernimento e ricoverata in una casa per anziani – Procedura, violazione del diritto di essere sentito, perizia psichiatrica - art. 369, 374 cpv. 2 CC


L’autorità di vigilanza può respingere un’istanza di interdizione senza procedere all’allestimento di una perizia psichiatrica, che è indispensabile solo per la pronuncia della misura.
Nella scelta della misura tutelare appropriata al singolo caso l’autorità deve attenersi ai principi di proporzionalità e di sussidiarietà. Prima di pronunciare l’interdizione, occorre quindi valutare se non entri in linea di conto una misura meno incisiva, che consente di ottenere il risultato idoneo con minore limitazione della libertà personale.
La misura dell’interdizione appare inadeguata alla situazione concreta di una persona anziana inferma di mente, ricoverata in un istituto e che riceve cure ed assistenza dal personale della casa di cura e dai parenti, che filtrano ogni suo contatto con l’esterno.

divorzio.ch

Il presente sito ha quale scopo quello di informare l'utente sulle questioni principali inerenti la procedura di separazione e di divorzio in Svizzera.

Il sito non è rivolto in modo esclusivo a giuristi, ma anche a chi desidera informazioni sulle procedure e conseguenze di una separazione o un divorzio. Sono inoltre pubblicati indirizzi ai quali rivolgersi in caso di problemi coniugali.
© 1999-2022 avv. Alberto F. Forni - Switzerland