23c Art. 286 cpv. 3 CC

Pubblicazione: Estratto da Rivista ticinese di diritto I-2010 (III. Diritto di famiglia)


Contributo speciale per bisogni straordinari e imprevisti del figlio
Il contributo deve consistere in una somma precisa, destinata a coprire esigenze documentate e quantificate. Non può formare oggetto di una clausola generale, né in una convenzione sugli effetti del divorzio né in una sentenza.
I CCA 15.9.2009 N. 11.2007.100


2. Il Pretore ha deciso nella sentenza impugnata che «eventuali spese straordinarie [per la figlia] sono poste a carico dei genitori in ragione di metà ciascuno» (dispositivo n. 5.2). L’appellante chiede di annullare tale clausola, definita priva di senso e d’interesse pratico. A ragione. Secondo l’art. 286 cpv. 3 CC il giudice può obbligare i genitori a versare un contributo speciale «allorché lo richiedano bisogni straordinari e imprevisti del figlio». Tuttavia un simile contributo si giustifica solo in caso di necessità transitorie e imprevedibili del ragazzo al momento in cui è fissato il contributo di mantenimento (altrimenti occorre far modificare il contributo ordinario: sentenza del Tribunale federale 5C.240/2002, consid. 5.1 in: FamPra.ch 2003 pag. 731). In tale ipotesi, poi, il giudice stabilisce una somma precisa a copertura di esigenze documentate e quantificate (sulla nozione: BREITSCHMID in: Basler Kommentar, ZGB I, 3a edizione, n. 15 ad art. 286), determinando la chiave di riparto secondo le concrete possibilità dei genitori. Nella fattispecie il dispositivo n. 5.2 della sentenza impugnata sembra abilitare invece un genitore ad affrontare, secondo beneplacito, spese per la figlia, esigendo in seguito il rimborso automatico della metà dall’altro genitore. Come ha già rilevato questa Camera, ciò non è ammissibile (sentenza inc. 11.2000.11 del 23 giugno 2004, consid. 9b). Dovessero rivelarsi necessarie spese non previste e temporanee per la figlia, la madre affidataria di quest’ultima potrà sempre adire il giudice perché l’ex marito partecipi ai costi (art. 425 cpv. 1 CPC). In proposito l’appello merita accoglimento.

CC 1907 RS 210
Codice civile svizzero, del 10 dicembre 1907

divorzio.ch

Il presente sito ha quale scopo quello di informare l'utente sulle questioni principali inerenti la procedura di separazione e di divorzio in Svizzera.

Il sito non è rivolto in modo esclusivo a giuristi, ma anche a chi desidera informazioni sulle procedure e conseguenze di una separazione o un divorzio. Sono inoltre pubblicati indirizzi ai quali rivolgersi in caso di problemi coniugali.
© 1999-2021 avv. Alberto F. Forni - Switzerland