N. 10c Art. 449a CC; 15 LPAmm

Pubblicazione: RTiD II 2018


Richiesta di restituzione del termine per interporre reclamo – impedimento non colpevole – curatela di rappresentanza La patologia di tipo psichiatrico che colpisce l’interessato non può essere accomunata ai casi di malattia o infortunio che possono avvenire nel corso di un normale procedimento e costituire un impedimento all’osser­vanza di un termine. Non si può dunque sostenere che la malattia di cui soffre l’interessato costituisca un evento la cui sopravvenienza – per cause avverse, di cui l’interessato non ha colpa – ha impedito il compimento di un atto processuale che altrimenti sarebbe stato eseguito. Tale patologia era invece nota all’Autorità regionale di protezione e costituisce la ragion d’essere del procedimento, oltre che uno dei presupposti per l’istituzione della curatela medesima. La richiesta di restituzione del termine deve dunque essere respinta. La presenza di un quadro psichiatrico compromesso può invece costituire un’incapacità a sostenere il procedimento stesso (ab initio, e non soltanto la fase di reclamo). Ciò comporta la verifica della necessità di una rappresentanza processuale, ambito in cui l’autorità di prime cure gode di un certo margine di apprezzamento. Nel caso concreto, il fatto che non abbia ritenuto necessario nominare un curatore di rappresentanza non può essere riesaminato in seconda istanza, al di fuori di un reclamo ordinario. CDP 12.1.2018 N. 9.2017.222


divorzio.ch

Il presente sito ha quale scopo quello di informare l'utente sulle questioni principali inerenti la procedura di separazione e di divorzio in Svizzera.

Il sito non è rivolto in modo esclusivo a giuristi, ma anche a chi desidera informazioni sulle procedure e conseguenze di una separazione o un divorzio. Sono inoltre pubblicati indirizzi ai quali rivolgersi in caso di problemi coniugali.
© 1999-2022 avv. Alberto F. Forni - Switzerland