Compensazione di contributi alimentari con altre pretese fondate sul diritto di famiglia

E' possibile compensare il pagamento di contributi alimentari con altre pretese fondate sul diritto di famiglia?

In una sentenza del 16 settembre 2008*, il Tribunale d'appello di Lugano ha stabilito quanto segue:

Gli obblighi di mantenimento, fatta salva l'eccezione dell'art. 121 cpv. 2 CC relativa all'abitazione familiare, non possono compensarsi con pretese di altra natura contro la volontà del creditore.

Computo di quali redditi e di quale sostanza per il calcolo dei contributi alimentari

E’ corretto considerare quale reddito determinante per il calcolo dei contributi alimentari la rendita per menomazione all’integrità?

In una sentenza del 15 settembre 2008*, il Tribunale federale di Losanna ha stabilito quanto segue:

A dipendenza delle circostanze, può non apparire arbitrario il parziale computo di una rendita per menomazione dell’integrità quale reddito nell’ambito del calcolo dei contributi di mantenimento per la breve durata della procedura di divorzio.

Fabbisogno minimo – ammortamento ipotecario

L’ammortamento ipotecario fa parte del fabbisogno minimo di un coniuge?

In varie sentenze, tra cui in una del 2 dicembre 2008, il Tribunale d’appello di Lugano ha stabilito quanto segue:

Alla stregua di ogni estinzione di debito, l’ammortamento va onorato nella misura in cui i mezzi finanziari della famiglia siano sufficienti.

Computo del reddito dei figli

Quando e in quale misura dev’essere considerato nel calcolo degli alimenti l’eventuale reddito dei figli?

In una sentenza del 19 ottobre 2007 il Tribunale federale di Losanna ha stabilito quanto segue:

Nell’ambito del calcolo del fabbisogno del coniuge avente diritto al contributo di mantenimento, il reddito d’apprendista di un figlio maggiorenne che vive presso di lui, non deve essere considerato pienamente, bensì in modo proporzionale, a dipendenza dello stato della formazione e dell’entità del reddito.

Reddito ipotetico della sostanza e d’invalidità

Nel calcolo dei contributi alimentari, nel computare un reddito ipotetico, si deve considerare anche il reddito della sostanza? Si deve considerare anche una rendita di invalidità a cui il beneficiario ha rinunciato?

In una sentenza del 24 ottobre 2007 il Tribunale federale di Losanna ha stabilito quanto segue:

Imposizione di un reddito ipotetico nel caso di trasferimento del domicilio all’estero

E’ possibile conteggiare un reddito ipotetico al debitore alimentare che si trasferisce all’estero?

In una sentenza dell’8 giugno 2007*, il Tribunale Federale di Losanna ha stabilito quanto segue:

Il debitore di contributi alimentari è di principio libero di trasferire il proprio domicilio all’estero. Una riduzione del suo reddito a ciò connessa non comporta una riduzione dei contributi alimentari, nella misura in cui è possibile ed esigibile dal debitore che eserciti un’attività lavorativa in Svizzera.

Diffida ai debitori – competenza del giudice svizzero

Il Giudice svizzero è competente per emanare una trattenuta di stipendio chiesta da un coniuge domiciliato all'estero nei confronti dell'altro coniuge (o ex coniuge) domiciliato in Svizzera o eventualmente all'estero?

In una sentenza del 14 settembre 2006 il Tribunale d'appello di Lugano ha stabilito quanto segue:

Trascuranza degli obblighi di mantenimento; inizio del termine per sporgere querela penale

Entro quale termine occorre sporgere querela penale nel caso in cui il contributo di mantenimento non fosse regolarmente pagato dal debitore degli alimenti?

In una sentenza del 14 dicembre 2005* il Tribunale federale di Losanna ha stabilito quanto segue:

La trascuranza degli obblighi di mantenimento costituisce un reato permanente. Di conseguenza il termine per sporgere querela – analogamente al termine di prescrizione (art. 71 lett. c CP) – inizia a decorrere solo dal momento dell’ultima inadempienza colpevole.

Diffida ai debitori – minimo esistenziale del debitore

E’ possibile intaccare il fabbisogno minimo di un debitore di alimenti tramite una diffida ai debitori?

In una sentenza dell’8 settembre 2005*, il Tribunale d’appello di Lugano ha stabilito quanto segue:

La procedura di trattenuta avendo indole sommaria, l’intervento del Giudice si limita ai casi in cui il minimo esistenziale del debitore appaia leso già a un primo esame di mera verosimiglianza.

Mantenimento da parte di terzi (nonni)

Se un terzo, ad es. i nonni, contribuiscono volontariamente al mantenimento del nipote mediante prestazioni in denaro, quest’ultimo può ancora chiedere un contributo alimentare ai propri genitori?

In una sentenza del 19 luglio 2004*, il Tribunale federale di Losanna ha stabilito quanto segue:

Se una terza persona contribuisce volontariamente al mantenimento del bambino con delle prestazioni in denaro, a concorrenza di queste prestazioni libera dall’obbligo al mantenimento i genitori, anche se il pagamento avviene senza che i genitori lo sappiano o contro la loro volontà.

divorzio.ch

Il presente sito ha quale scopo quello di informare l'utente sulle questioni principali inerenti la procedura di separazione e di divorzio in Svizzera.

Il sito non è rivolto in modo esclusivo a giuristi, ma anche a chi desidera informazioni sulle procedure e conseguenze di una separazione o un divorzio. Sono inoltre pubblicati indirizzi ai quali rivolgersi in caso di problemi coniugali.
© 1999-2022 avv. Alberto F. Forni - Switzerland